mercoledì, gennaio 17, 2007

La pubblicità secondo noi 

Dopo il MarketingCamp, il meme divulgativo è un altro esperimento di condivisione.

Ho cercato di integrare i diversi contributi dei blogger che hanno raccolto la sfida (mi scuso se ho tralasciato qualcuno).

Ho pensato di organizzare una presentazione per fissare i pensieri.

Sharing is caring.

Update: il meme non è chiuso, inserite i vostri pensieri sui vostri blog, io continuerò a seguirvi e ad aggiornare lo slideshow.


</object>


4 Comments:

Anonymous Luca Alagna said...

il risultato di questa riflessione è davvero interessante (chissà cosa verrebbe fuori con qualche webapp 2.0 collaborativa...).

e mi fa venire in mente che forse manca uno scenario: e se la pubblicità fosse destinata a sparire?
come tante altre cose... (magari proprio attraverso la "delega" delle aziende ai propri consumatori?)
e se oggi fosse solo tenuta in piedi da semplici rapporti contrattuali (destinati a scadere)? come cambierebbero i nostri ragionamenti?

17/1/07 20:47  
Anonymous Kiko H H said...

Bellisssimo esperimento e ottime slide!! very cool.

18/1/07 15:28  
Anonymous pieranna said...

Ciao Maurizio,
io non ho un blog ma volevo lasciarti il mio contributo al meme.
Cos'è la pubblicità oggi?
Quello che era ieri. L'occasione per far conoscere un prodotto e per convincere l'utente a preferirlo tra altri sempre più simili. Puoi valutare la pubblicità per l'estetica (quante pubblicità bellissime!), per l'impatto psico-sociale ma ciò che conta è quanto sa far aumentare le vendite. Sorpresa! esistono pubblicità bellissime che non vendono e pubblicità bruttissime che vendono... e sarà sempre così. Cosa possiamo migliorare? La forma, il modo di comunicare pubblicità: lineare - in interruzione, non lineare -affiancativa del contenuto, inclusa - product placement. Pubblicità che mi si propone secondo i miei bisogni? Sì ma solo per alcuni prodotti. Vi immaginate sulla IPTV personalizzata del futuro un'invasione di pubblicità di alati articoli igienici temporizzata con le fasi lunari della famosa Responsabile Acquisti di Voghera? Brrr...Io passerei, grazie.
Insomma: ripensiamo a forme più educate e meno martellanti, ripensiamo all'etica, ripensiamo alla creatività e lasciamo i "lettori automatici" dei miei bisogni negli incubi Orwelliani di 1984. Grazie per aver sollevato il tema.

18/1/07 17:05  
Anonymous andrea said...

[forse OT] Segnalazione:
stasera mentre tornavo in macchina da Milano ho sentito un programma su Radio 24 dedicato alla pubblicità del passato, in particolare Carosello.
nel corso del programma la giornalista ha intervistato un signore (Gavioli, fondatore di Gamma Film), incuriosito ho scoperto con Google che a Bologna nell'ambito del Future Film Festival ci sarà un omaggio dedicato ai creatori di Cimabue, Tacabanda e altri personaggi che hanno popolato la pubblicità quando ero bambino.

18/1/07 22:51  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia