domenica, aprile 22, 2007

Provando Joost 



Qualcuno dice che le piattaforme come Joost e Babelgum non offrano nulla di nuovo, proprio perchè si propongono di replicare l'esperienza della televisione su internet.

Parlando al Miptv con i maggiori content provider americani, ho avuto la conferma che Joost sarà utilizzata specialmente per testare nuovi contenuti e quindi ridurne i costi di ricerca e sviluppo.

Per questo io ne osservo lo sviluppo con grandissimo interesse.

2 Comments:

Blogger Paton Fassi said...

Ciao, se hai qualche invito, mi piacerebbe provare Joost. Grazie

cristianfassi [at] gmail [dot] com

22/4/07 18:06  
Blogger Senza Identità said...

tecnologicamente si tratta sicuremente di qualcosa di innovativo.
il problema è che il "format" televisivo tradizionale mi sembra inconciliabile col mondo internet. piu' in generale direi che e' lo standard qualitativo che si e' imposto coi media mainstream ad essere superato.
fai un prodotto ottimo secondo gli standard qualitativi tradizionali, quindi costoso, inserisci degli spot per ripagarlo, mettilo su internet e cosa succede?
sicuramente sara' una rimessa

prendi invece due cretini che giocano con delle bottiglie di coca cola e dei tubetti di mentos ripresi con una videocamenra amatoriale e cosa fanno? milioni di views in un giorno.

comunque ben vengano nuove sperimentazioni. c'e' sempre qualcosa di nuovo da imparare.

22/4/07 22:08  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia