giovedì, marzo 01, 2007

Progettare un portale per il turismo: definire le finalità 

A che cosa serve un portale del turismo?

Qualcuno dirà, che è una domanda semplice, è ovvio, a promuovere flussi turistici verso un determinato territorio.
Non è necessariamente così.

Putroppo le implicazioni sono diverse, perchè definire gli obiettivi di un simile progetto richiede di fare delle scelte a monte.

Cosa dovrebbe fare un portale come Italia.it ?
  1. Essere un progetto di promozione del turismo e avere quindi l'obiettivo di promuovere l'Italia come destinazione turistica o anche essere concepito come strumento di promozione del territorio? (vedremo in prossimi post che la differenza è notevole)
  2. Promuovere il turismo in generale oppure favorire alcuni tipi di turismo (turismo sostenibile)
  3. Essere concepito come portale o come destination site?
  4. Offrire informazioni turistiche più o meno esaustive sulle specifiche destinazioni o lavorare sull'attrattività del sistema turistico Italia demandando questo compito agli enti turistici locali?
  5. Aggregare informazioni o proporre solo link?
  6. Assomigliare di più a quello culturale del Brasile oppure a quello più operativo dell'Australia?
Quello che voglio dire è che il dibattito su quello che debba essere il ruolo di un sito come Italia.it è lungi dall'essere concluso.

Prima di analizzare le tecnologie utilizzate, la struttura, ma anche i contenuti di un sito sarebbe opportuno comprenderne bene le finalità.

Siamo sicuri che quelle del progetto Italia.it siano chiare e ben delineate?

Solo avendo chiare le finalità si può passare a discutere gli obiettivi, come farò in un prossimo post.

Credits per l'immagine: Keleteo.com

6 Comments:

Anonymous aghost said...

intanto non hai detto quali dovrebbero essere le finalità SECONDO TE :)

Per un protale turistico a me sembrano abbastanza ovvie: far conoscere un territorio e attrarre turisti. Troppo banale?

1/3/07 09:37  
Blogger Maurizio Goetz said...

Aghost, ho scritto questo mio post proprio perchè le finalità non sono ovvie. Far conoscere un territorio e attrarre i turisti è sicuramente una finalità, ma non la sola. Rimane poi da discutere come lo si voglia fare e qui la discussione si apre. Infatti se fai un benchmark troverai differenti progetti sempre di promozione turistica sviluppati diversamente perchè partono da premesse differenti.

1/3/07 09:42  
Anonymous Felicia Curci said...

Cosa pensa del caso della Germania?

http://www.germany-tourism.de

Cliccando su "about us" si accede ad una pagina interna nella quale il German National Tourist Board spiega con estrema chiarezza gli obiettivi della sua campagna di promozione turistica.

1/3/07 10:25  
Anonymous aghost said...

maurizio, quali sarebbero le altre finalità? Io per lavoro sono vicino al mondo del turismo (trentino) e quando parlo con gli operatori (albergatori, ristoratori ecc) loro dal sito trentino.to vogliono in sostanza una cosa sola: che vengano i turisti :)

Ora che la apt (perlomeno in trentino) stanno diventando private (coi soldi pubblici però) le esigenze dei privati sono ancora più evidenti, poiché nella apt i soci di maggioranza sono albergatori, impiantisti e altri soggetti economici importanti, i quali dirigono la promozione sui loro interessi (ad esempio sfruttando o sacrificando l'ambiente).

Nel caso del portale italia.it, poiché si è parlato esplicitamente come strumento per aumentare i flussi turistici, le finalità mi sembrano chiare. O mi sfugge qualcosa? :)

ciao

1/3/07 11:18  
Blogger Maurizio Goetz said...

Aghost, il tuo quesito merita un post specifico, cercherò di risponderti.

1/3/07 11:21  
Blogger AAA Copywriter said...

IMHO, a prescindere dalle finalita e degli obiettivi poco chiari di Italia.it, quello che a me non va è il metodo...

Alex

1/3/07 12:16  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia