martedì, febbraio 27, 2007

Avanti tutta 

Ringrazio i tanti messaggi pervenutimi oggi, mi fa molto piacere constatare che la blogosfera italiana sta maturando ed è pronta a lavorare insieme su progetti ritenuti validi, come auspicavo al BarCamp di Torino.

Sono sempre più convinto, che la mail ricevuta, sia opera di un cretino isolato. Pare che sia successo anche ad altri.

Conosco professionisti che stanno lavorando al progetto Italia.it e che mi hanno confermato di essere consapevoli che molte delle critiche al portale sono più che giustificate.

Mi auguro che il progetto RItaliaCamp, possa fungere da "stimolo" e credo che indipendentemente dai risultati raggiunti, sarà importante aver lavorato insieme e aver dimostrato che su internet c'è anche gente che discute e collabora, persone che è bello conoscere e frequentare.

Sono felice per questo.

6 Comments:

Anonymous gattostanco said...

Chiedo scusa per la domanda sciocca: hai scritto "professionisti" con ironia, vero?
Grazie.

27/2/07 21:59  
Blogger Maurizio Goetz said...

No senza ironia. E' evidente che mi riferisco a quelli che conosco. Con alcuni ho già lavorato.

27/2/07 22:03  
Blogger Roberto Dadda said...

Maurizio tu che conosci questi professionisti forse ci puoi spiegare come sia possibile che dopo tutti questi anni siano andati in linea con errori tanto evidenti da essere trovati da chiunque abbia una minima esperienza in dieci minuti.
Una fila sterminata di collaboratori e nessuno a cui sia venuto in mente di controllare dove portano i link che hanno nelle pagine.
Professionisti forse di marketing, non certo di web design!
Quale professionista serio può avere pensato di andare on line in pompa magna senza una minima fase di beta?

bob

27/2/07 22:16  
Anonymous gattostanco said...

Mhmm... Chissà allora come stanno male a lavorare a un evidente pasticcio del genere. Pazienza.

27/2/07 22:17  
Blogger Maurizio Goetz said...

Roberto, non c'è nessuna spiegazione possibile. Il portale è pieno di errori siamo d'accordo. Ma cercherò di risponderti in un post.

28/2/07 07:35  
Blogger Claudio Iacovelli said...

Il miglior modo per reagire é lasciarsi coinvolgere in un progetto condiviso sul web, e contribuire ad un rilancio di un'iniziativa importante per l'economia del Paese.

Per sostenere un process reengineering del portale Italia.it, o estenderne le funzionalità informative ed interattive verso un target misto composto da

tour operator
media
giornalisti
rappresentanti politici (centrali e locali)
imprese
cittadini europei (area UE)
area extra UE

suggerisco di avviare un'analisi comparativa con il portale europeo per il turismo e la promozione del territorio, in modo da avere un modello di benchmark:

http://www.visiteurope.com/

Inoltre potrebbe essere utile consultare le seguenti fonti informative secondarie:

Market Intelligence
http://www.etc-corporate.org/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=180&ac=6

ETAG European Travel Action Group
http://www.etag-euro.org/

Un minimo contributo, per supportare il tuo lavoro e darti uno stimolo immediato.

28/2/07 08:16  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia