martedì, settembre 27, 2005

Crisi dell'email marketing? 

Ho sempre avuto molti dubbi sull'e-mail marketing come strumento di acquisizione clienti, ritengo da sempre che funzioni molto di più in ottica di fidelizzazione e che sia alla lunga molto più conveniente costruirsi da se il proprio database che acquistare liste di dem profilate.

Non mi meraviglia leggere da [mini]marketing che "secondo il DoubleClick's quarterly e-mail marketing report riferito al secondo trimestre del 2005, la percentuale di apertura di e-mail promozionali o pubblicitarie sarebbe scesa al 27,5%".

Ritengo questo numero medio legato alla redemption, ancora degno di rispetto, ma ho la sensazione che nel lungo periodo l'efficacia dell'e-mail marketing sia destinata a scendere ulteriormente.

Preferisco di gran lunga utilizzare i nuovi modelli di engagement marketing, rigorosamente permission based.

Ritengo troppo poco flessibili i criteri con cui sono costruite oggi le liste opt in e le profilazioni delle newsletter

Ricordiamoci che chi si iscrive ad una qualsiasi lista ci da un permesso che può:

  1. essere sospeso
  2. essere revocato
  3. avere una validità temporale limitata
  4. essere spostato ad altre aree di interesse

2 Comments:

Anonymous Eugenio La Mesa said...

Maurizio, ti dico la mia esperienza al riguardo avendo gestito in questi anni decine e decine di casi reali, citando anche delle autorevoli ricerche:

1) l'Email Marketing non è in crisi, sempre più aziende lo usano
in modo sistematico e continuativo:

Le aziende americane aumentano le vendite inviando all’estero più email ai clienti e ai potenziali clienti: http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/09/us_companies_ar.html

L’80% delle aziende inglesi userà maggiormente l’Email Marketing nel 2006: http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/08/l80_delle_azien.html

Aumento dei budget di Email Marketing mentre la pubblicità tradizionale diminuisce: http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/08/aumento_dei_bud.html

Il 68% dei negozi online ha aumentato l’Email Marketing perché ha un elevato ROI ed è un mezzo efficace per comunicare con i clienti: http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/07/68_dei_negozi_o.html


2) L'Email Marketing è più efficace per fidelizzare e funziona anche per l'acquisizione di clienti, ma in questo caso con ritorni in tempi più lunghi.

Il 71% degli on line advertisers americani ha fatto Email Marketing nel 2004 sia per fidelizzazione che per acquisizione, usando liste interne: http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/07/71_degli_on_lin.html

3) Si hanno risultati migliori con liste interne, e ciò vale sia per fidelizzare che per acquisizione:
"Conviene acquistare e affittare gli indirizzi email?"
http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/09/conviene_acquis.html

Tattiche di online marketing utilizzate dai negozi online americani, il 71% ha inviato email ai nominativi del proprio database:
http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/04/tattiche_di_onl.html

4) Per quanto riguarda la ricerca che hai citato di Double Click,che dice che i tassi di apertura sono in calo, considera che secondo me i tassi di apertura hanno molto poco senso e nessuno dei nostri clienti ne fa un uso a fini di marketing. Sono in calo perchè alcuni provider hanno disabilitato il prelevamento delle immagini e anche alcuni software di posta (come le + recenti versioni di outlook e outlook express) e cio' si ripercuote sulle aperture.
Il click through è un dato molto più significativo perchè indica la voltontà dell'utente di leggere una notizia, avendo cliccato sul link di approfondimento. Molto meglio avere il 10% di aperture con il 5% di CT, che il 20% di aperture e il 2,5% di CT.
Aggiungo che il CT è solo uno dei parametri per valutare la redemption e l'efficacia.

5) Concordo che il consenso può essere revocato in ogni momento e ciò capita in tutte le newsletter che conosco, compresa la nostra; compito dei reparti marketing è il fornire contenuti targetizzati e interessanti per i destinatari.

Jupiter research dice che le azioni di email marketing targettizzate possono generare ricavi nove volte superiori http://eugeniolamesa.typepad.com/italiano/2005/09/jupiter_researc.html

6) l'Email Marketing è efficace se è fatto con estrema professionalità, affidandosi a degli esperti sia per impostare la strategia (che spesso neanche esiste..) che l'implementazione concreta; questo fatto è più vero oggi rispetto a 2-3 anni fa e sempre di più secondo me lo sarà in futuro.

27/9/05 17:57  
Blogger Maurizio Goetz said...

Ciao Eugenio, guarda che stiamo dicendo le stesse cose:

a)è meglio usare le liste interne

b)l'e-mail marketing funziona meglio come stumento di fidelizzazione.

Quanto alle redemption a questo punto vale la pena valutare la relazione tra mail inviate e l'action specifica che si richiede all'utente.

27/9/05 18:18  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia