venerdì, giugno 01, 2007

On line video e il televisore 





Ogni contenuto deve essere progettato in modo che sia adatto per il mezzo con cui verrà fruito. Non ho cambiato idea. Sembra però, che le cose si stiano complicando.

Quando ho lavorato su format specifici per gli audiovisivi di rete, avevo in mente una certa modalità di fruizione ed un certo tipo di pubblico.

Oggi questa ricerca riportata da eMarketer, mi mette in crisi.

Secondo uno studio condotto da Ipsos, su adulti fruitori di video on line, si è rilevato che solo l'11% sono stati visti sul pc, mentre circa i 3/4 del campione li hanno visti sul televisore.

eMarketer chiarisce che nella ricerca sono stati conglobati tutti i fruitori di video non solo quelli legati ad internet e non mi interessa entrare nel dettaglio della ricerca più di tanto.

Sto pensando ad un futuro non così lontano in cui alcuni contenuti video on line, potranno essere visti da un pubblico sempre più numeroso sul proprio televisore, attraverso un DVR evoluto o dispositivi come Apple Tv. La differenziazione tra contenuti rich e contenuti light non è sempre possibile.

Stanno cambiando ogni giorno le modalità di fruizione dei contenuti e nella progettazione dobbiamo tenerne conto, per una migliore esperienza di fruizione.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia