giovedì, maggio 31, 2007

Co-creazione di senso 

Dal Ny Times: The rise of consumer-generated advertising can be viewed as either a boon to brands (outsourcing marketing to loyal customers) or a threat (handing marketing over to a bunch of uncontrollable amateurs)"

Il processo di co-creazione di senso (per un brand), deve ancora essere compreso. Le opportunità del citizen marketing sono straordinarie, ma anche il rischio di combinare grossi disastri.

1 Comments:

Blogger dario said...

Si torna a quanto detto qualche post fa: "co-creare è un processo complesso, che richiede tanto lavoro, ben diverso dal dire: fate un po' voi."
sono convinto che la co-generazione di contenuti di senso richieda comunque delle linee guida (e quindi una progettazione, concetto che a differenza di jannis non considero necessariamente relegato ad una visione 1.0) designate da parte di chi si fa carico di suggerire (concordo con la citazione di Mallarmè) l'evocazione degli effetti di senso, al fine di interagire correttamente con quelle precondizioni sociali che permetteranno al prodotto di manifestarsi.

31/5/07 10:36  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia