lunedì, maggio 05, 2008

Internet Pr? 

Se è vero che una buona parte di blogstar (proprio quelle che detestano il marketing) hanno fatto i compiti a casa e diligentemente hanno preparato il loro post come ci si aspettava da loro, c'è sempre chi (Robin Good) sa ragionare con la sua testa e si sottrae al gioco delle Internet Pr (ma sono davvero tali?), così come inaspettattamente aveva già fatto Caterina. (via MCC)

2 Comments:

Blogger catepol said...

Ho visto il video ieri sera e avrei voluto farci un post anche io, collegato al mio galateo per gli inviti ad una signora.

Il mio post sul galateo alla fine è ironico perchè non sono una blogstar vera. E serviva per far capire che il tempo degli inviti ai blogger e delle liste di blogger che "valgono" forse è passato. Occorre trovare uove strategie di coinvolgimento dei blogger. Che a far markette e presenzialismo di qua e di là, in una conversazione molto ma molto più allargata della blogosfera "reale" non bastano più i soliti noti...

Robin, con cui ho avuto modo di collaborare e che stimo per tante cose, dice la sua che non è solo un suo pensiero, ma è il pensiero di uno che con la comunicazione, l'editoria online che non si ferma al solo blogging per passione, ma che è realmente una professione, ci vive.

Ecco, un professionista come lui perchè dovrebbe perder tempo con Al Gore se alla fine viene meno il senso della sua presenza all'evento in quanto blogger e in quanto esperto?

E poi perchè dovrebbe stare al gioco di invitare i suoi lettori, quando basta che chiunque si registri per far parte del parterre dei 500?

Cosa gliene viene? La notorietà Robin se la guadagna ogni giorno con quello che pubblica, non credo abbia bisogno di dire "sai ero seduto là davanti ad Al Gore perchè sono un blogger figo"...

5/5/08 12:05  
Blogger Maurizio Goetz said...

Caterina, grazie, sei stata molto chiara, non sarei riuscito a dirlo meglio.

5/5/08 12:26  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia