lunedì, gennaio 29, 2007

Le imprese vengono da marte, i clienti da venere 

A distanza di anni, il libro di John Gray è ancora un successo.

Mi ricordo che lo lessi appena ne uscì la traduzione italiana.

Illuminante la presentazione:

Tanto tempo fa, i marziani e le venusiane si incontrarono, si innamorarono e vissero felici insieme perché si rispettavano e accettavano le loro differenze. Poi arrivarono sulla Terra e furono colti da amnesia: si dimenticarono di provenire da pianeti diversi." Con questa parabola John Gray - vero guru della coppia - vuole dirci che gli uomini e le donne pensano diversamente, vivono diversamente e, soprattutto, parlano lingue differenti, per cui comportamenti simili assumono per gli uni e le altre significati opposti. Agli uomini piace ad esempio essere considerati abili ed esperti, ma spesso hanno bisogno di solitudine; mentre le donne vogliono sentirsi amate, adorano i superlativi e desiderano condividere le proprie emozioni con altri. Ma allora comunicare è impossibile? Assolutamente no, anzi: capirsi può diventare persino un gioco nel momento in cui si è coscienti delle diversità fra uomo e donna. Imparando a parlare la lingua del nostro interlocutore il rapporto improvvisamente diviene facile, semplice, privo di tutte le complicazioni che nascono appunto dalle incomprensioni. E l'amore, se è profondo, non potrà che trionfare.

Il problema descritto da Gray sembra riguardare ogni tipo di relazione, anche quella tra imprese e loro clienti. Infatti i due soggetti di questa relazione parlano due lingue differenti.

Vendere e acquistare non sono per nulla i due opposti della stessa medaglia, perchè per i soggetti coinvolti assumono significati completamente differenti.

Ecco perchè le imprese vengono da marte ed i clienti da venere, sarà meglio che imparino entrambi il linguaggio del pianeta terra.

1 Comments:

Blogger dottorecommercialista.eu said...

che dire...poetico ma paradossalmente vero!
;-)

29/1/07 14:52  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia