martedì, giugno 16, 2009

Esternalizzare o Internalizzare la gestione dei Social Media? (Prima parte) 


Creare una presenza online sui Social Media è una via alternativa per la costruzione della brand equity, rispetto alla pianificazione pubblicitaria, ma chi se ne deve occupare in azienda? E' un'attività da esternalizzare o da internalizzare? Questo è un problema molto dibattuto.

Come suggerisce il blog Markingegno, è sconsigliabile internalizzare la gestione dei Social Media, quando in azienda si ha una scarsa expertise specifica, quando le risorse umane sono limitate e quando tale attività non può essere portata avanti in modo regolare.

Dal mio punto di vista è altamente sconsigliabile anche una esternalizzazione completa ad un'agenzia o ad un consulente. Il rischio è di creare contenuti e conversazioni anche interessanti, ma totalmente asettici o peggio, non autentici.

Come giustamente scrive Leigh Householder: "Social Media demands authentic Brands"

Big idea about authentic brands: Simply put, an authentic brand is a brand that’s clear about what it is and what it stands for. It’s a brand that is built from the inside out versus one that panders to the latest trend, fad, or customer segment.More deeply, it’s a brand with a real story, a connection to a fundamental human truth, and an appreciation of its smart customers

La gestione dei Social Media è un'attività strategica che richiede un coinvolgimento diretto dell'imprea, onde evitare i seguenti rischi:
  • scarso allineamento con i valori del brand
  • scarsa conoscenza delle dinamiche aziendali interne
  • scarsa possibilità di legare la comunicazione conversazionale ai processi di business
In molti casi avvalersi di un'agenzia o di un consulente con una reale esperienza strategica ed operativa sui temi della comunicazione conversazionale può aiutare a:
  • creare un programma di comunicazione compatibile con le pratiche sociali e culturali dei Social Media
  • differenziare la comunicazione per target, per piattaforme e per contesti di fruizione

Se si vogliano ottenere dei risultati è necessaria una forte cooperazione tra l'azienda è l'agenzia o il consulente a cui viene affidato l'incarico di affiancamento per tutte le attività di gestione dei Social Media.

La creazione di una efficace presenza online è il frutto di un processo collaborativo, che prevede una partnership molto stretta tra azienda, agenzia e/o consulente. Gli obiettivi per tali attività devono essere definiti insieme ed è consigliabile una remunerazione dei partner, parzialmente commisurata ai risultati ottenuti.

Il processo di esternalizzazione se pur parziale dell'attività richiede di verificare i seguenti aspetti:
  • L'analisi preliminare
  • La definizione della strategia
  • Il processo e le fasi
  • La produzione e la distribuzione di contenuti
  • La gestione delle conversazioni
  • La gestione delle tecnologie abilitanti
Cosa tenere in casa e cosa esternalizzare? Questo sarà l'argomento di un mio prossimo post.

Fonte dell'immagine

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia