sabato, gennaio 07, 2006

Quale ritmo per un brand esperienziale? 

Abbiamo spesso parlato dei touch point come dei momenti e dei luoghi in cui un brand entra in contatto con i propri pubblici.

Questi contatti possono essere più o meno frequenti secondo differenti ritmi.

Vorrei segnalarvi l'interessante articolo di Callum Lee che evidenzia l'importanza dell'analisi ritmica nella progettazione della brand experience.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia