lunedì, dicembre 12, 2005

La via italiana all'innovazione nella comunicazione 

Fatte salve le dovute isole felici, per quella che è la mia esperienza personale, l'innovazione nel campo della comunicazione, viene portata avanti nel nostro Paese in modo diverso rispetto a quanto accade in altri Paesi dell'Europa. Vediamo due esperienze a confronto.

Inghilterra.
Gli innovatori vengono tenuti sotto osservazione, vengono spesso cooptati, reclutati o "acquistati", se si tratta di strutture. Lo si fa per tempo, altrimenti potrebbe essere tardi.

Italia
Gli innovatori vengono isolati, perchè l'innovazione può essere pericolosa e destabilizzante e può costituire una possibile perdita di potere. Fintanto che le "vecchie guardie" non la comprendono e decidono che sta diventando "mainstream" e fino al momento in cui non riescono a gestirla, verrà avversata con ogni pretesto, talvolta legittimo, in altri casi del tutto irrazionale. Poi viene portata avanti in modo frettoloso e spesso impreciso.

E' successo con internet, sta succedendo anche con la tv digitale.

Ditemi che sbaglio, ne sarei felice.

2 Comments:

Blogger Passero said...

Saremmo felici tutti e due se tu sbagliassi, ma hai tremendamente ragione.
Pensa solo il digitale terrestre viene spacciato per televisione digitale tecnologicamente avanzata.

12/12/05 14:38  
Blogger Maurizio Goetz said...

E' un vero peccato, la transizione al digitale, insisto è una straordinaria opportunità per innovare.

12/12/05 15:30  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia