mercoledì, novembre 23, 2005

Lo spazio dei blog 

Assistiamo in questi giorni ad una discussione molto interessante. Il quesito è il seguente: un blog è uno spazio pubblico o privato? I commenti sono un elemento centrale oppure accessorio di un blog? Senza commenti si può sempre parlare di blog? Ha il diritto il tenutario del blog di impedire a qualcuno di esprimersi nei commenti attraverso la censura o se non vi piace il termine attraverso il "filtro della moderazione"?

A proposito Gaspar Torriero scrive "prima di tutto facciamo chiarezza: questo è il mio spazio personale, casa mia, e qui nessuno "ha diritto" a niente, così come nessun'altro è responsabile di quello che io scrivo."
Mi scuso se ho estrapolato la sua frase fuori dal contesto, ma questo mi permette di fare una riflessione del tutto personale sullo spazio dei blog.

Ritengo anche io che il blog sia uno spazio privato anche se aperto (esterno), come fosse una veranda. Chi vi entra deve comportarsi secondo civiltà, usare toni consoni, ma anche il padrone di casa, dovrebbe essere ospitale. Quindi niente regole imposte ma un comportamento etico dettato dal buon senso e dall'etiquette.

2 Comments:

Blogger [mini]marketing said...

io credo, come Gaspar, e come ho scritto nei commenti nel blog di giuseppe mayer e su Mlist, che il blog non sia una modalità di discussione nativa e paritaria, ne' un giornale, ma un posto privato e individuale, quindi il 'tenutario' puo' cancellare i commenti (o non metterli del tutto). certo, poi ne subisce le 'conseguenze' in termini di immagine. non esiste il diritto di replica sul blog, esiste il diritto di aprire un blog e rispondere (o semplicemente di rispondere sul proprio sito).
"Commentare è lecito, non cancellare è cortesia"

23/11/05 10:26  
Blogger Maurizio Goetz said...

Sono d'accordo, come ho scritto. Ribadisco, è sempre questione di buon senso.

23/11/05 13:36  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia