martedì, ottobre 18, 2005

Comunicare l'innovazione 

In un bel post Mauro Lupi recensisce il libro di Andrea Granelli, dal titolo: "Comunicare l'innovazione".

L'intervento mi ha fatto venire voglia di di leggere l'opera, ma non subito, ho ancora 5 libri recentemente acquistati a cui voglio dedicarmi.

Mauro, cita alcuni concetti chiave del libro come questo: “comunicare l'innovazione richiede a sua volta innovazione negli strumenti stessi del comunicare”.

Non posso che essere d'accordo, ma il mio pensiero corre su una frase che ho sentito molto spesso negli ultimi periodi che più o meno dice: "se vuoi comunicare qualcosa di completamente nuovo, devi essere estremamente chiaro e parlare in modo molto semplice come se ti rivolgessi ad un bambino".

Si può essere più o meno d'accordo con questa affermazione, non è questo il punto. Mi preme sottolineare come questo pensiero mi abbia indotto a pensare, su quale sia il migliore modo di rivolgermi ad un bambino, avendo due figlie in età prescolare.

Gironzolando in rete, mi sono imbattuto in questo tutorial dal titolo "the Art and Science of Teaching Children".

Ve lo raccomando, sia nel caso che voi abbiate figli e sia nel caso in cui vogliate comunicare l'innovazione in modo semplice.

Fatene un buon uso.

Nella foto: Emma Carly e Nathalie Ann Goetz

5 Comments:

Blogger Mauro Lupi said...

Complimenti per le bellissime bimbe (e grazie per la citazione). Io invece assegno da oggi un pc ai miei ragazzi ormai undicenni (prima ne condividevano uno solo quando c'ero io): mi sa che ora inizieranno i guai ;-)

18/10/05 07:38  
Blogger Maurizio Goetz said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

18/10/05 08:55  
Blogger Maurizio Goetz said...

Grazie Mauro, per ora la mia figlia grande è la regina incontrastata dei DVD

18/10/05 08:57  
Blogger Enrico said...

Mauro, come hai fatto ad arrivare sino agli 11 anni ?!?!? Io sto litigando il possesso del mio notebook con il mio rampollo di 5 da quando ne ha 4.... (inutile dire che vince sempre lui...)Da quando ha visto il fratello maggiore (8) divertirsi con un paio di giochi didattici sul desktop di casa, la passione è stata immediata e sempre più difficile da controllare e "instradare". I compromessi tra aspetto educativo e ludico ormai sono sempre più imbarazzanti...

Maurizio, sono devvero belle le tue bimbe, stento a creedre che siano tue :-)))

P.P. - Comunicazione di servizio: con Firefox cliccando sulle foto non appaiono le foto ingrandite ma il codice del file.... funziona solo con Explorer.

18/10/05 10:12  
Blogger Maurizio Goetz said...

Grazie Enrico, il merito è tutto della mamma.

Purtroppo Blogger che ha tanti vantaggi ha anche molte rigidità.
Penso comunque di lasciare le foto così come sono.

18/10/05 10:21  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

# html> # # # # ... # # # ... # # # # # # Disclaimer: questo blog è ad alto tasso di innovazione, potrebbe destabilizzare la vostra azienda/agenzia